Stampa

La Storia

3210187154 aabd41bc75Il lago sospeso amato da Federico Nota per il suo passato svevo, legato alle figure di Federico II e di suo figlio Manfredi, Castel Lagopesole (comunemente Lagopesole) è una delle maggiori frazioni di Avigliano, in provincia di Potenza. L’origine del nome deriva dal latino medioevale “Lacus Pensilis”, lago sospeso, per la presenza di lago quaternario nella sottostante Valle di Vitalba, prosciugatosi all’inizio del 1900. A guardia della via Herculea Tra l’VIII e il X secolo, svolse una funzione militare per il controllo dell’antico tracciato della via Herculea, che collegava Melfi a Potenza. Il centro fu conquistato dai saraceni – i quali iniziarono a costruire il castello (LINK) – e conobbe un periodo di prosperità durante il dominio normanno e svevo. Nel 1137 fu sede della riconciliazione dell’abate Rinaldo di Montecassino con papa Innocenzo II, alla presenza dell’imperatore Lotario di Sassonia. Il rifugio di carmine Crocco Dopo gli angioini, la frazione iniziò a vivere un periodo di decadenza. Divenne feudo dei Caracciolo nel 1416 e poi dei Doria nel 1530 che ne rimasero i legittimi proprietari fino al 1969. Durante il brigantaggio, il borgo fu assediato dalle bande di Carmine Crocco e il castello divenne il loro rifugio.

Share

I MERAVIGLIOSI CASTELLI DI FEDERICO II DI SVEVIA IN BASILICATA-PUGLIA-CALABRIA-SICILIA

melfi1.jpg
sicilia.jpg
CalabriaCapo.jpg
puglia2.jpg